logosemplice

Finalmente  anche l'AGCOM riconosce che la pubblicità sul gioco d'azzardo è nociva...

Lo scorso 18 aprile l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha emanato le linee guida sulle modalità attuative del divieto di pubblicità di giochi e scommesse, sancito dall’articolo 9 del cd. Decreto Dignità.

Con il decreto-legge n. 87 del 2018 è stato introdotto infatti un divieto assoluto per la pubblicità di giochi e scommesse con vincite di denaro, ivi incluse le sponsorizzazioni e le forme di pubblicità indiretta, indipendentemente dal mezzo utilizzato (radio, tv, stampa e “canali informatici digitali e telematici, inclusi i social media”), comprese le manifestazioni sportive, culturali o artistiche...

Un bel passo avanti a quello che Ali per Giocare ha sempre chiesto, sia singolarmente che come componente della campagna "Mettiamoci in gioco", ovvero la chiarezza sulla comunicazione che rigurda il "gioco d'azzardo" e non il "GIOCO" in generale (p.es. "il gioco d'azzardo è vietato ai minori, non il gioco"...).

Leggi il comunicato stampa